News - GS scuole

HELP DESK SCUOLE
INIZIA INVIANDOCI LA TUA RICHIESTA... CONSULTA ANCHE L'AREA «FAI DA TE»
Vai ai contenuti
Didattica a distanza (di sicurezza): come studiare rimanendo protetti
di Giampaolo Nencini (Country manager Trend Micro Italia)
da «Il Sole 24 ore - Scuola24» del 09/04/2020

Come utilizzare in maniera sicura queste piattaforme? Ecco dieci consigli pratici dal lato studenti/genitori.
    • installare un software antivirus commerciale e abilitare il controllo parentale sui computer utilizzati, per poter controllare eventuali malware, impostare i tempi di utilizzo del computer stesso, attivare le funzionalità di controllo privacy sui social network e controllare la navigazione web
    • nel caso si utilizzi un router commerciale, non gestito da un operatore telefonico, verificare o far verificare a un tecnico specializzato che il firmware del router sia aggiornato
    • verificare di aver installato tutti gli aggiornamenti sia del sistema operativo che dei programmi utilizzati, ad esempio la suite di office automation, il reader dei file pdf, il browser internet e tutti i programmi che vengono utilizzati per la didattica a distanza

    • attivare le funzionalità di firewall, presenti ormai di default, anche nei sistemi operativi che hanno una configurazione standard
 

Ecco, invece, i consigli dal lato docenti/istituti
    • scegliere piattaforme commerciali che offrono un servizio di prova, per verificare la possibilità di settare i parametri di sicurezza e privacy
    • inviare i dettagli del collegamento in modo sicuro, preferire le sessioni che richiedono la registrazione dell'utente e controllare sempre (ad esempio invitando alla lezione via email) chi si collega in anticipo, in modo tale da verificare durante la lezione che il numero dei partecipanti non sia superiore a quello atteso. Se i numeri lo consentono, fare l'appello
    • controllare i seguenti parametri nel momento in cui si attiva una lezione a distanza:
        • disattivare la funzionalità di invito alla lezione per i partecipanti
        • disattivare la funzionalità di poter vedere la lista di tutti i partecipanti
        • disattivare la funzionalità di poter modificare l'evento per i partecipanti
        • attivare le funzionalità di cifratura (Encryption) delle comunicazioni
        • limitare o disattivare le funzionalità di File Transfer
        • limitare o disattivare le funzionalità di chat private tra i partecipanti lasciando attiva solo quella pubblica
        • se non indispensabile, disattivare le capacità video
        • in generale attivare o disattivare tutte quelle funzioni che potrebbero violare il rispetto della privacy
    • quando si utilizzano siti o tools per sessioni Q&A, accertarsi che le comunicazioni avvengano in modalità cifrata e verificare la gestione della privacy del servizio stesso
    • verificare che non vengano violate le regole sul Copyright per i materiali utilizzati
    • evitare di far collegare in video gli studenti se non strettamente necessario o attivare la sessione video singolarmente e non per la totalità dei partecipanti. Sostituire anche le foto con fotografie generiche. Non inserire nome e cognome al momento del collegamento, se possibile utilizzare solo il solo nome o dei nickname.
 

In generale, è importante evitare il più possibile di disseminare online troppe informazioni, che potrebbero essere sfruttate per campagne mirate di phishing e colpire gli utenti con malware o ransomware, chiedendo poi riscatti in denaro per sbloccare i computer. Oggi esiste però anche un altro rischio, quello dei deepfake. I cybercriminali potrebbero impossessarsi degli audio e dei video sparsi online per produrre video falsi, ad esempio utilizzando un insegnante per fargli lanciare comunicazioni o notizie falsi agli studenti, che a loro volta potrebbero vedere il loro volto utilizzato in altre campagne maligne.
CONTATTI

339 - 3919778 • 0732 - 678662
ORARIO

08:30 - 13:30 • 14:30 - 19:30
Torna ai contenuti